Addio Laura Paita, poetessa meravigliosa

di Genova Poesia

Genova, 29 marzo 2019. Ci ha lasciati la poetessa Laura Paita, nata a Genova nel 1960. Amica della tolleranza e convivenza fra i popoli, si è dedicata alle Scienze per la pace, alla Cooperazione internazionale e alla Mediazione di conflitti. Ha amato la scrittura fin dalla più tenera età, affidandole il suo sentimento della vita, il suo amore universale. Negli anni le sue lettere al mondo sono diventate versi di rara profondità ed armonia. Ha ricevuto importanti riconoscimenti letterari e ha pubblicato i suoi versi nell’antologia “Il Profumo delle rose”, edita da Sonia Demurtas Collezioni Editoriali. Nell’aprile 2012 è uscita la sua prima raccolta di poesie “Io so chi sono”, edita da De Ferrari Editore, nella collana “Ineditamente”, curata da Tina Cosmai. Genova Poesia ha già dato spazio alla bravura e all’originalità della poetessa. Il poeta Roberto Malini ha scritto della poesia “Il buio della notte” di Laura Paita: “Una poesia meravigliosa, le cui profondità affondano nella tenerezza e nell’eterno; un manifesto dedicato al valore del vivere, scritto con l’inchiostro della notte. La amo e fa già parte della mia antologia ideale delle poesie più belle di ogni tempo”. Qui di seguito, la recente lirica “Il tempo scorre”.

Il tempo scorre

di Laura Paita

Il tempo scorre
veloce o lento
a seconda dello stato vitale.

A dispetto
delle precarie condizioni
di salute
sono felice
come non ero da molto.

Sto vivendo
con una gratitudine
che si autoalimenta.

In fondo
in ogni istante
è contenuta
l’infinità
di tempo e spazio.

Per questo
ogni istante
è prezioso.